content
Spazio Soci
Facebook
Twitter
Youtube
 

Presidente



Roman Pietro



Cari Soci,
parlare delle nostre origini significa raccontare una storia lunga 125 anni, segnati da guerre nefaste, dure crisi economiche, emigrazione, tensioni tra popoli, ma anche da periodi di pace, di speranze e di benessere.

La nostra Banca è figlia del territorio, ad esso appartiene ed è suo dovere morale essere presente per sostenerlo nei momenti di difficoltà come l’attuale, in cui il terremoto finanziario ha causato gravi danni all’economia reale, e fungere da scintilla e propulsore affinchè lo sviluppo possa innescarsi ed espandersi.

Per questo continueremo ad operare per la mutualità nella pianificazione strategica ed organizzativa del nostro Istituto, perseguiremo il cammino per l’affermazione di una sensibile e riconosciuta logica imprenditoriale che non si limiti alla sola produttività patrimoniale ma che sia sempre più espressione e fonte di distribuzione di servizi.

Nell’identità della nostra Banca voglio orgogliosamente evidenziare lo sforzo sostenuto per valorizzare la risorsa Soci, intesa come espressione dell’intera comunità, nelle sue singole persone, nelle sue coalizioni associative, come pure nelle sue imprese perché siano fonti di reddito per le famiglie e positivo riferimento per la crescita del territorio.

Ai nostri interlocutori, portatori di interesse, dobbiamo dimostrare tangibilmente come queste non siano solo belle frasi ed è ciò che cerchiamo di fare con questo documento, che vuole essere nel contempo strumento di controllo, di confronto e di conferma della coerenza della Banca di Credito Cooperativo Pordenonese ai principi della cooperazione, della mutualità e della solidarietà.


Pietro Roman