content
Spazio Soci
Facebook
Twitter
Youtube
 
Titolo

News

 
05/04/2013 News Banca
Più efficienza energetica in casa, migliore qualità della vita
Le Bcc del Fvg propongono una linea di finanziamento dedicata alla riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare privato. Si potrebbe così ridare slancio all’edilizia e risparmiare fino al 20 per cento di energia

Attualmente, il 40 per cento dell’energia utilizzata dall’uomo viene consumata dagli edifici. Con opportuni accorgimenti sarebbe possibile conseguire un risparmio energetico del 20 per cento, con evidenti ripercussioni ambientali ed economiche. Infatti, secondo l’Ue, l’efficienza energetica degli edifici in cui abitiamo è mediocre. Si stima, inoltre, che ogni persona passi all’interno di un edificio il 90 per cento del proprio tempo, per cui è fondamentale migliorare il comfort abitativo.

«Perciò, il Credito cooperativo del Fvg – sottolinea Giuseppe Graffi Brunoro, presidente della Federazione regionale delle Bcc – ha pensato di presentare un’iniziativa di sostegno per la riqualificazione energetica del nostro patrimonio edilizio privato. I finanziamenti erogati dalle banche possono sommarsi a quanto previsto dal decreto ministeriale del giugno scorso e dalle altre eventuali provvidenze regionali e provinciali, costituendo un nuovo volano per le imprese edili in grossa crisi». Il progetto delle Bcc ha già trovato l’appoggio della Regione Fvg, dell’Ance, degli Ordini professionali (architetti, ingegneri, geometri), di Ape Fvg e dell’Ares Fvg.

I finanziamenti possono essere richiesti ed erogati, a esempio, per le spese per la realizzazione di cappotti isolanti, il rifacimento dei tetti per migliorare l’isolamento, l’installazione di vetrate isolanti, la sostituzione dei generatori di calore, ivi comprese le spese di consulenza e progettazione. Per ogni abitazione, il finanziamento massimo concesso sarà pari a 50 mila euro (Iva compresa); per i condomini, 30 mila euro per ogni singola unità immobiliare. La sua estinzione avrà una durata massima pari a 10 anni.

Per quanto riguarda le recenti deliberazioni ministeriali, alle Bcc ricordano che, per la riqualificazione energetica, il decreto prevede un’importante agevolazione fiscale del 55 per cento fino al 30 giugno 2013.