content
Spazio Soci
Facebook
Twitter
Youtube
 
Titolo

News

 
13/06/2011 News dal territorio
Il Campanaro di Notre Dame Musical mercoledì 15 giugno ore 21.00

Coop. Sociale Acli - Coop. Sociale FAI - Coop. Sociale Itaca - Dipartimento di Salute Mentale di Pordenone

Presentano

notre dame

IL CAMPANARO DI NOTRE DAME Musical
Storia e musiche liberamente ispirate ai musical di W. Disney e R. Cocciante

Mercoledì 15 giugno, ore 21.00
Sagrato della Chiesa Cristo Re
Villanova di Pordenone
* Ingresso Libero *


Un nuovo musical che vede ancora in scena la compagnia amatoriale de Il Circolo delle Idee, accompagnata e supportata dalla partecipazione di tanti cittadini del quartiere Villanova, del Coro della Chiesa di Cristo Re e della Parrocchia tutta, della Bottega del Legno della Coop. Acli, assieme alla Circoscrizione, Associazione Festa in Piassa e a due gruppi di ballerini dell’Associazione sportivo-culturale TIMBA di Sacile.

"Dopo il successo e l’entusiasmo che l'anno scorso ha portato lo spettacolo Forza Venite Gente, continuare l’avventura è stato direi spontaneo, naturale - racconta Ivana Foresto, Operatrice FAI e corresponsabile del progetto - , con la consapevolezza che questa volta ci sono tante più aspettative nei nostri confronti..Ormai abbiamo un pubblico che ci segue!"
Lo spettacolo scelto è estremamente articolato e complesso, le parti recitate sono molto più numerose rispetto allo spettacolo precedente. "In tutti questi mesi di prove ci siamo confrontati in modo diretto con la nostra voce, mimica, memoria ed espressività. Non si tratta più di fare solo delle coreografie, sintonizzando il movimento personale a quello dell’altro, ma di calarsi nella vita e nei pensieri di un personaggio, parlando per lui ed esprimendo un intreccio di emozioni forti e controverse. L’amore e la gelosia, la rabbia, la frustrazione e la capacità di perdonare, la gioia e la paura, il rispetto e il desiderio. Per rappresentarle bisogna esserne consapevoli, cercare un rapporto empatico con il proprio personaggio, fare quindi un percorso importante sul proprio mondo emotivo - conclude Ivana Foresto -. Un'esperienza nuova quindi, una crescita nell’impegno,nelle responsabilità, nella consapevolezza di sé, e noi abbiamo accettato la sfida!"

Quando la riabilitazione diventa Arte e il disagio si trasforma in vera risorsa di relazione, allora progetti come questo spettacolo si arricchiscono di un grande senso sociale ma anche di crescita personale.