content
Spazio Soci
Facebook
Twitter
Youtube
 
Titolo

News

 
20/01/2010 News Banca
Convegno Viticoltura: difesa e innovazione in Cantina a Casarsa
foto presenti.JPG
Il folto pubblico presente al Convegno "Viticoltura: difesa e innovazione" che si e' tenuto a Casarsa presso la sala riunioni della Cantina “La Delizia”, presente anche il neo Presidente Ius Denis,   ha dimostrato il grande interesse delle imprese agricole per i temi inerenti la difesa dei vigneti dalla peronospora, botrite oidio, tignole ed altri agenti infestanti.
Mirko Bellini,  Direttore Generale dell’Agenzia Regionale per lo sviluppo Rurale – E
RSA, che ha patrocinato l’evento organizzato dalla Bcc Pordenonese in collaborazione con Coldiretti di Pordenone, ha sottolineato la grande valenza delle tecniche di difesa della vite al fine di ottenere un più  elevato livello qualitativo del prodotto cercando di minimizzare i costi.
Se vuoi scaricare gli atti del convegno clicca sul titolo e trovi gli allegati.
Nel corso della serata Maurizio Bottura della Fondazione Edmund Mach S.Michele dell’Adige ha illustrato l'esperienza delle  aziende vitivinicole  trentine nella gestione della botrite attraverso trattamenti fitosanitari, diradamenti ed una gestione agronomica attenta e preventiva.
Paolo Sivilotti del Servizio di Ricerca e Sperimentazione dell'Ersa si e' poi addentrato ad illustrare una sperimentazione fatta nella gestione della botrite in fvg sul Pinot grigio e sulla possibile correlazione tra botrite e marciume acido e le più' efficaci tecniche per incidere su entrambe.
Giovanni Bigot, consulente DOC Friuli Isonzo  ha anticipato la presentazione di uno studio durato due anni svolto nell’ambito della collaborazione Consorzio DOC Friuli Isonzo e Università di Udine, con il prof. Pergher Gianfranco.
Le prove avevano l'obiettivo di analizzare l'efficacia di un atomizzatore a tunnel scavalcante con recupero di prodotto nella lotta a peronospora, oidio e tignole rispetto all'utilizzo di una macchina tradizionale. Efficacia dimostrata tra l'altro da un recupero medio del 40% del prodotto impiegato.  I risultati puntuali della ricerca saranno illustrati il 10 febbraio prossimo a Romans d’Isonzo.
Il dibattito che e' nato al termine ha dimostrato la partecipazione attiva del pubblico intervenuto e l'interesse suscitato dai relatori.  
La Bcc Pordenonese continuerà ad affiancare gli imprenditori del settore con un altro incontro specialistico che sarà realizzato entro la prossima primavera acquisendo sempre più il ruolo di banca di riferimento per il territorio, ruolo importante anche a livello regionale come dimostra il sostegno dato dal movimento del Credito Cooperativo delle Bcc Friulane ad iniziative quali AGRIEST 2010 in corso ad Udine dal 22 al 25 gennaio e più' nello specifico al Convegno "Agricoltura e credito agevolato: la nuova operatività del Fondo di rotazione per l'agricoltura", ricordando che la BCC Pordenonese mette a disposizione appositi finanziamenti volti a sostenere l’acquisto dei mezzi agricoli.
Scarica gli atti del convegno:
 
Paolo Sivilotti 1          Paolo Sivilotti 2        Paolo Sivilotti 3
Giovanni Bigot  1       Giovanni Bigot 2